Formlabs Form 1: recensione

La stampante 3D Formlabs Form 1+ è elegante nella sua semplicità, e più in grado di produrre modelli accurati con complessità dettagliate rispetto a qualsiasi altra stampante 3D.

A differenza delle più popolari stampanti desktop 3D FFF fondono e stratificano oggetti attrverso l’estrusione di filamento, il Formlabs Form 1+impiega stereolitografia (SLA).

La stampante utilizza un laser ad alta precisione con fascio di 405nm , per disegnare un modello in una vasca di resina polimerica fotosensibile. Come il laser colpisce la resina indurisce strato per strato, e l’oggetto viene tirato fuori dalla vasca dall’alto verso il basso.

Il risultato dell’utilizzo di laser e resina è la capacità di creare superfici notevolmente lisce senza che si avvertano i livelli, come accade con la stampa FFF 3D.

Il laser consente inoltre di disegnare e modellare dettagli di altissima risoluzione.

Caratteristiche generali

La stampante 3D Formlabs Form 1+ è meravigliosamente piccola e leggera pesando solo 14 kg

La stampante ha una superficie di costruzione abbastanza modesta, circa 12,5×12.5×15, In confronto, alla popolare stampante Replicator FFF 3D di MakerBot, che la societa vende per 2.899 dollari, e che ha una superficie di costruzione ben maggiore

Il look della Forma 1+ è minimalista: Un cubo grigio e solido di base contiene l’ottica, elettronica e meccanica, mentre un cappuccio arancione trasparente incernierato, nella parte superiore protegge la piattaforma di stampa e il serbatoio in resina . Il cappuccio è arancione per proteggere dalla luce la resina fotosensibile.

Sul fronte della macchina si trova un piccolo schermo verde LED con un pulsante on / off che agisce anche come selettore opzionale per il menu, e questo è tutto. Un pulsante controlla la potenza e la stampa, garantendo la possibilità di mettere in pausa le stampe o cancellarle tenendo premuto il pulsante tre secondi. Si tratta di un design davvero semplice ed intelligente.

La stampante 3D Formlabs Form 1+ è anche la macchina molto silenziosa , perché invece di una testina di stampa e una piattaforma meccanica che si muove avanti e indietro c’è solo un laser silenzioso. L’unico movimento proviene dalla piattaforma di stampa, che si muove su e giù nel serbatoio resina, con un piccolo segnale acustico intermittente un po ‘fastidioso ma non forte.

Memoria onboard.

Uno dei plus di questa macchina è memoria onboard. Una volta che un file viene caricato .STL da un computer alla stampante, è possibile scollegare la stampante 3d che continuerà il suo lavoro senza problemi. Installazione è semplice. Si rimuovono le protezioni in polistirolo ,si collega il cavo di alimentazione e l’ USB al computer, si riempie il serbatoio trasparente acrilico con la resina fotopolimerica e dopo aver scaricato il software di gestione Preforma CAD Formlabs dal suo sito e installato , si è subito pronti per la stampa.

Formlabs Form 1+ software della stampante 3D

Il software preforma consente una generosa quantità di manipolazione di oggetti CAD. È possibile controllare ogni strato di un oggetto prima che sia stato stampato, oppure scegliere tra diversi spessori di stratificazione: 25 micron (0,025 millimetri), 50 micron (0,05 millimetri), 100 micron (0,1 millimetri) e 200 micron (0,2 millimetri).

Per capire a quanto corrispondono 100 micron , sono circa lo spessore di un foglio di carta o di un capello; 7 micron è il diametro di un globulo rosso.

Stampa di oggetti dettagliati

Il primo oggetto stampato con il modulo 1+ è stata una graffetta riportante un logo con una farfalla in formato STL di una società e quello che e’ stato subito chiaro è che questa non è una macchina veloce.

Il logo consisteva di 579 livelli, e ci sono voluti un’ora e 55 minuti per completare un 1 millimetro di altezza a 100 micron di spessore per strato. Un modello simile per dimensioni e forma probabilmente occuperebbe meno di un’ora su una dignitosa stampante FFF 3D.

Inoltre, il logo a farfalla aveva un sacco di materiale di supporto in eccesso che ha richiesto una grande quantità di tempo per la imozione lasciando dietro alcuni bordi frastagliati che avevano un ulteriore bisogno di finitura post-stampa.

Entusiasmanti invece i tempi di caricamento di file. Un file .STL di una cover di iPhone 6 con 1.407 strati (dall’alto verso il basso stampato verticalmente) ha richiesto circa un minuto per il caricamento ed il lavoro di stampa è iniziato prima ancora che l’intero modello fosse stato caricato. La cover di iPhone, tuttavia, ha richiesto quattro ore di costruzione.

Un altro inconveniente di questa macchina è che i modelli possono risultare molto difficoltosi da rimuovere dalla piattaforma di stampa estraibile. Mentre la piattaforma è ben pensato potendo strarla con una semplice leva, è necessario raschiare con una spatola per staccare il modello dalla piastra resinata.
Ogni stampante 3D richiede questo processo di rimozione del modello,e la sua superficie in acciaio inossidabile non aiuta in questo.

Per rendere il lavoro un po ‘meno arduo, in dotazione con la stampante 3d viene dato un pacchetto di finitura e vari accessori per il lavoro di post-produzione.

Un oggetto appena stampato, è coperto di resina appiccicosa. Una volta raschiato via la piattaforma, è necessario agitarlo in un bagno di alcool isopropilico per due minuti e poi lasciate riposare nella vasca da bagno per altri 10 minuti. La società suggerisce di dare un secondo risciacquo – di almeno 12 secondi – in una vasca separata di alcool isopropilico.(nel kit dio accessori vengono datianche dei guanti di gomma per proteggere le mani)

Colori disponibili:

Le resine sono disponibili in quattro colori: trasparente, bianco, grigio e nero. E, come la stampante, sono piuttosto cari se considerate che una bottiglia da un litro di resina costa $ 149. (Il serbatoio di resina contiene 200 millilitri; si possono fare circa 5 a 10 oggetti – a seconda delle dimensioni degli oggetti – con uno pieno.)

Inoltre, i serbatoi resina devono essere protetti dalla luce ambiente o liquido indurisce.

Altri problemi:

dopo un paio di lavori di stampa, abbiamo rilevato problemi con sbavature sul fondo della vasca in resina che hanno interessato l’ottica e la capacità della macchina per stampare.

La correzione di questo problema consiste nell’acquistare un detergente spray speciale e pulire il serbatoio verso il basso con il panno in microfibra in dotazione.Tuttavia la vita di un serbatoio di resina è limitata a 1-2 bottiglie di resina e una volta che si macchia, il laser non può più tracciare accuratamente l’immagine CAD nella resina e andraà quindi sostituito per $ 59.

Così nel corso del tempo, si potrebbe finire per spendere una notevole quantità di denaro su parti di ricambio solo per la manutenzione.

Perché comprare questa macchina?

Così, dopo tutti i possibili problemi con questa macchina – il prezzo, la bassa velocità, il trattamento post-stampa – ci si potrebbe chiedere perché acquistarla.

La risposta è in una parola: precisione.

Il test più severi per controllare la precisione di una stampante 3D sono un modello alto 12.5 cm della Torre Eiffel disponibile sul sito di MakerBot Thingiverse, modello che presenta un’intricata rete di travi .

Fino ad adesso , nela nostra esperienza, una sola stampante e’ riuscita a termine il compito senza problemi: la Lulzbot Mini

Il modello della Torre Eiffel è costituito da 1.209 strati, che ha richiesto tre ore per la stampa. Ho stampato senza materiale di supporto, come ho fatto con molte altre stampanti, per assicurare che fosse prodotto senza la necessita di post- elaborazione.

La stampante Formlabs Form 1 ha raggiunto una complessità che non sembrava nemmeno esistere nel modello originale, stampando le minuscole sezioni delle travi e un minuscolo corrimano pedonale su una delle passerelle con una ricchezza di dettaglio veramente inimmaginabile.

Software ben progettato

Anche il software preforma è stato eccellente nel posizionamento dei modelli . Ad esempio, la funzione “Struttura intelligente Support” decide automaticamente dove posizionare supporti su un modello per garantire un modello robusto.

Il software consente anche una grande quantità di manipolazione del materiale di supporto, aggiungendo maggiore o minore densità e la riduzione dello spessore da 0,40 millimetri a 1,30 millimetri.

Il software preforma, tuttavia, consente una quantità minima di personalizzazione dell’oggetto. Con esso è possibile importare solo un modello, allinearlo e ridimensionarlo o effettuare duplicati del modello al fine di stampare più di una copia contemporaneamente.

Una caratteristica significativa di questo software è la capacità di ispezionare ogni strato di un modello di generazione. Questo è importante per garantire una qualità di stampa; si può letteralmente guardare ogni livello in un modello con più di 1.000 i livelli, per vedere come ciascuno sarà stampato.

Conclusione

La stampante Formlabs Form 1 ha garanzia di un anno.

La macchina può produrre elevatissimo dettaglio, quindi sarebbe ideale per l’uso in prototipazione di parti di precisione. D’altra parte, la sua capacità di produrre dettaglio accurato deve essere bilanciato con la sua lentezza e con i processi di post-stampa che risultano scomodi, come la rimozione del modello e la pulizia.

Questa è una macchina per appassionati e professionisti, non per il consumatore medio.

Consigliamo Formlabs Form 1 ai prosumer per cui è commercializzata, ma deve ancora fare dei passi nella semplificazione di alcuni processi e nnella manutenzione

Pro:

  • estremamente preciso il dettaglio delle stampe;
  • software di gestione ben sviluppato;
  • silenzionsa;
  • semplice da usare nel complesso

Contro:

  • lenta;
  • costosa, compresa la sostituzione di serbatoi in resina;
  • difficile la pulizia dell’oggetto post-stampa;
  • difficile la rimozione degli oggetti stampati dalla piattaforma

1 pensiero su “Formlabs Form 1: recensione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *